Una storia vissuta con Passione

L’azienda:

È proprio nel cuore della cittadina di Misterbianco alle pendici dell’Etna che ogni mattina da oltre vent’anni apriamo i battenti della nostra azienda e ci dedichiamo con la stessa passione di sempre alla ricerca di nuovi prodotti di merceria, tessuti di qualità e filati per far si che le nostre clienti siano sempre aggiornate ed al passo coi tempi.

I nostri nuovi locali sono dotati di scaffali espositivi di nuovissima generazione per far servire da se stessi e aiutare il cliente nella scelta dei prodotti quindi accorciare i tempi di attesa , rimanendo sempre aggiornati e coccolati allo stesso tempo.

Oltre 70 mq. di esposizione ed altri 100 mq. di magazzino fanno si che la continuità del prodotto e la sua costanza nella qualità e nel prezzo siano un ulteriore servizio verso il cliente.

La nostra partnership esclusiva con alcune delle principali aziende a livello nazionale fa si che MERCERIA CAPIZZI e MERLETTI è ormai punto di riferimento per tante scuole di ricamo siciliane e non oltre che per la sicilia.

La Storia:

Ricordo ancora adesso come se fosse accaduto pochi anni fa il mio ultimo giorno di scuola media ed il pensiero ,che alla fine delle tanto attese vacanze estive, dovevo scegliere come continuare gli studi quindi in quale liceo di Catania spostarmi perché a Misterbianco non vi erano scuole superiori. Sognavo di diventare una maestra di arte visto che la passione e l’estro non mi sono mancate mai , o addirittura ………. ma ahimè nulla di tutto questo è stato possibile poiché non appena chiesi a mia madre di andare a Catania lei con tanta pacatezza che non la abbandona mai mi rispose di no! “Sei una ragazza e sola non ti ci mando a Catania! ” Ma da buona mamma mi diede un’alternativa a suo modo pari interessante e costruttiva.

“La mastra” una vera e propria scuola di taglio e cucito ma in casa dove tutte le ragazze del paese si riunivano per imparare l’arte del cucito. Presi questa alternativa al volo e con la mia migliore amica decisi di andare a scuola di cucito. Mi tuffai a capofitto in un mondo a me nuovo e sconosciuto che però giorno dopo giorno diventava sempre più interessante e soddisfacente sia per me che per la mia maestra che nel giro di pochi mesi mi fece salire di qualche gradino all’interno della scuola, da che passavo intere giornate a togliere i fili delle imbastiture iniziai a tagliare e cucire abiti e ricamare su tele lavori sempre più importanti! Da li cominciai a conoscere i tessuti e i filati e a capirne le differenze e le qualità.

Passavo intere mattine in merceria a cercare i bottoni e le passamanerie più adatte a gli abiti che realizzavo, tutto questo senza tenere conto che il tempo scorreva e si era fatta ora di pranzo e la signora doveva chiudere la merceria per andare a cucinare. Adesso che mi ritrovo dall’altra parte del banco all’interno della mia merceria a dare consigli e trovare soluzioni su come realizzare dei modelli di cucito o ricamo non è cambiato nulla sono sempre a rincorrere il tempo che vola via.

È da oltre venti anni che mi dedico a questa attività e a volte nel passato togliendo anche del tempo alla mia famiglia. Oggi sono soddisfatta di quello che ho realizzato con l’aiuto di mio marito e dei miei tre figli e insieme siamo contenti di farvi conoscere la nostra storia.

PINA CAPIZZI.